Introduzione a Veeam Backup & Replication Community Edition

Alla fine di gennaio, Veeam ha annunciato una grande novità relativa ad uno dei suoi prodotti: il ritiro dal mercato di Veeam Free Edition per essere sostituito con Veeam Backup & Replication Community Edition.

Veeam Backup & Replication Community Edition è la nuova soluzione gratuita, dedicata alle piccole realtà che vogliono proteggere le loro macchine virtuali, sia che esse si trovino su VMware ESXi che su Microsoft Hyper-V.

Il motivo che ha portato la software house a questa scelta, è sicuramente da imputare ad una perdita di quote di mercato nel mondo SMB. Un prezzo non più popolare ed una lotta sempre più serrata con i competitor, che offrono prodotti free per il mondo SMB, hanno portato a questo rilascio.

Dietro a Veeam Backup & Replication Community Edition troviamo il motore della Standard Edition e questo è sicuramente un salto in avanti non da poco. Il prodotto consente di proteggere 10 virtual machine oppure una combinazione di server fisici e virtuali. Tra le funzionalità presenti nella CE, troviamo:

  • Virtual tape libraries (VTLs)
  • Tape libraries
  • Standalone tape drives
  • Microsoft VSS for backing up files from running applications
  • Parallel processing
  • Unknown Media Changer (via native SCSI commands)
  • Global Media Pools
  • Restore VMs directly from tape
  • Direct NFS access

Come per le versioni a pagamento, anche la Veeam Backup & Replication Community Edition consente di recuperare oggetti tramite Veeam Explorer, tra cui:

  • Active Directory
  • SharePoint Server
  • Exchange Server
  • Storage Snapshot
  • SQL Server

I limiti derivati dalla Standard Edition, portano a non poter effettuare tutte le operazioni di restore. Maggiori dettagli sui limiti presenti, sono disponibili a questo link: https://www.veeam.com/products-edition-comparison.html

Setup

Durante il setup del prodotto, assicuratevi di lasciare in bianco la parte della licenza, questo attiverà in automatico la Community Edition.

Figura 2 – Licensing

Selezionate quali componenti installare ed andate avanti; per gli scenari piccoli è sempre consigliato avere tutto in una sola macchina.

Figura 3 – Componenti

Essendo a tutti gli effetti una versione completa, sarà necessario avere installati alcuni pre-requisiti di sistema che, nel caso non siano presenti, verranno applicati prima di procedere.

Figura 4 – Requirements

Dopo circa 5-10 minuti, dipende dalla vostra infrastruttura, l’applicativo sarà pronto per essere utilizzato.

Configurazione

Veeam Backup & Replication Community Edition utilizza la stessa logica dei prodotti a pagamento per effettuare i backup e come essi, necessità di un repository dove depositare i file – figura 7. Veeam CE supporta percorsi locali e remoti; nel caso vogliate estendere la vostra protezione su un secondo repository potrete farlo ma non tramite il Cloud Tier, dato che richiede una licenza di tipo Enterprise o superiore.

Figura 7 – Nuovo Repository

Il passo successivo è quello di aggiungere un nuovo host hypervisor alla nostra infrastruttura di backup. La Community Edition supporta VMware ed Hyper-V e non ci sono limiti al numero di host che si vogliono proteggere; l’unico limite è dato dal numero massimo di oggetti (10 tra VM e server fisici).

Le piattaforma supportate dall’Update 4, presente nella CE, sono:

  • vSphere 6.x
  • vSphere 5.x
  • ESXi 6.x
  • ESXi 5.x
  • Windows Server Hyper-V 2019
  • Windows Server Hyper-V 2016
  • Windows Server Hyper-V 2012 R2
  • Windows Server Hyper-V 2012
  • Windows Server Hyper-V 2008 R2 SP1
  • Microsoft Hyper-V Server (free hypervisor)

Restore

Non ci sono limiti in fase di restore a meno che non si voglia recuperare un oggetto non supportato. Per quanto riguarda i file server, è possibile fare un item restore in modo illimitato, mentre per quanto riguarda Active Directory, è possibile recuperare un singolo utente ma non una GPO o un record DNS, cosa possibile con la Enterprise.

VeeamZIP

Un’altra interessante funzionalità presente con la Community Edition è la possibilità di esportare un backup all’interno di un file zip, questa funzione prende il nome di VeeamZIP. VeeamZIP permette di catturare tutto il necessario relativo ad una macchina virtuale per poterlo copiare su un device USB e reimportarlo in un altro ambiente.

Conclusione

Veeam Backup & Replication Community Edition è sicuramente il nuovo must software che tutte le piccole aziende dovrebbero avere per proteggere la propria infrastruttura fisica e virtuale. L’esperienza maturata sul campo offre al mondo SMB funzionalità di alto livello per raggiungere i propri obiettivi di compliance.

Come al solito, nel caso abbiate bisogno di aumentare il numero di macchine virtuali da proteggere, o di accedere a funzionalità più avanzate, non dovrete fare altro che acquistare la licenza e caricarla sul server, evitando qualsiasi tipo di downtime.

Get Started

Download Today Veeam Backup & Replication Community Edition